Fuori Milano

❄️  Ah, se Milano fosse Cortina! 🎿

Potrebbe essere il titolo di una poesia o anche un sogno per chi abita in città e ama la neve. Di fatto è invece un’ipotesi molto reale, almeno metaforicamente. A Milano non si scia come magari possono credere gli stranieri meno europei vedendo la città lombarda candidata ad ospitare le Olimpiadi e le Paralimpiadi invernali del 2026. Eppure, proprio questa candidatura di entrambe le realtà geografiche, Milano e Cortina, come location congiunta per i Giochi che andranno in scena fra 8 anni, sicuramente, le sta avvicinando, almeno concettualmente.

 

Il Duomo di Milano con la neve

Ma quali sono le caratteristiche di queste due realtà del nord Italia tanto diverse ma in futuro probabilmente sempre più unite?

La città di Milano si trova in Lombardia, a 120 metri dal livello del mare. La località sciistica di Cortina, invece, che si estende sul territorio veneto, fa registrare 1.211 metri di altezza. Il progetto per i Giochi 2026 prevede due cluster: Milano Valtellina e Cortina Val Di Fiemme.

Il blocco Milano Valtellina avrà al suo interno ben due villaggi olimpici: uno a Milano e uno a Livigno. Il cluster Cortina Val Di Fiemme, invece, potrà contare su un villaggio soltanto che sarà situato a Cortina. I primi due potranno accogliere, insieme, 2.276 persone, il secondo poco di meno: 2.225.

 

Ma quando sapremo se l’unione di Lombardia e Veneto ospiterà realmente le Olimpiadi e le Paralimpiadi invernali del 2026?

Questi sono i tempi: entro la fine di ottobre 2018, arriverà la conferma dello status di città candidate; entro l’11 gennaio 2019 verrà consegnato il dossier di candidatura e al massimo entro aprile 2019 la commissione di valutazione effettuerà l’ispezione nelle aree candidate. Il Cio visionerà le candidature nel luglio del 2019 e a settembre dell’anno prossimo si deciderà. Tanto fascino per questa possibilità ma anche un po’ di scetticismo vista la distanza tra le città e, quindi, tra gli impianti, con il rischio di frammentazione che non va assolutamente preso sottogamba, anche dal punto di vista turistico. Milano dista, infatti, da Livigno, 226 km, 3 ore e 38 minuti, senza traffico. Milano e Cortina, invece, sono distanti tra di loro 421 km, quasi 5 ore di strada. Non proprio una passeggiata, non proprio un “Ho dimenticato una cosa al palazzetto, vado a prenderla e torno sulle piste”.

 

Al di là delle Olimpiadi, però, e appurato che, no, a Milano non si scia, quali sono le 5 località più vicine al capoluogo meneghino per chi vuole partire e andare a farsi una bella sciata sulle piste del Nord Italia senza perderci una giornata intera?

 

Una veduta di Madesimo

  1. I Piani di Bobbio – 69 km da Milano, provincia di Lecco, località sciistica situata in Valsassina. Ben 35 km di piste per esperti e meno esperti. Previsto anche, eventualmente, l’innevamento artificiale.
  2. Domobianca – 127 km da Milano, provincia di Verbania, ci spostiamo in Piemonte. Il comprensorio di piste è di medie dimensioni e il tempo stimato per arrivarci, da Milano, è di 1 ora e 35 minuti. Ah, le piste arrivano fino a 1900 metri!
  3. Foppolo – Siamo in Provincia di Bergamo, città che meriterebbe comunque una visita a sé, sia nella parte bassa che in quella, più famosa, alta. Siamo a meno di due ore di strada dal capoluogo lombardo. Possibilità di sfociare a Carona, altra vicina località.
  4. Madesimo– I km da Milano, questa volta, sono 131 ed è sicuramente una delle più belle località sciistiche del Nord Italia con una corona di montagne intorno alle piste che la rende unica. A parte il fatto che addirittura Dino Buzzati ne ha cantato la bellezza, ci sono ben 60 km di piste.
  5. Mottarone – A soli 99 km da Milano, è facilmente raggiungibile prendendo la Milano-Laghi: ben 21 km di piste con 7 skilift con 21 piste per tutti.

Intanto che aspettate la neve e la stagione dello sci, scaricate la Open City App e godetevi il walking tour “Il verde che non t’aspetti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment